letta

Il segretario del Pd prende la parola nell’evento organizzato a Monza con la presenza di 500 sindaci

A pochi km di distanza dalla 34esima edizione del raduno leghista sul Pratone di Pontida, Enrico Letta prende parte all’evento elettorale I Comuni per l’Italia che raduna nella piazza del capoluogo 500 sindaci.

«Pontida oggi è diventata provincia dell’Ungheria» accusa il segretario dem riprendendo la polemica dei giorni scorsi sulla condanna del Parlamento Ue sulle gravi carenze nello stato di diritto di Orban.

«Noi non vogliamo un’Italia che si leghi all’Ungheria come Salvini oggi ha voluto proporre di fare. Noi non vogliamo un’Italia che strizza l’occhio a Orban e Putin, vogliamo un’Italia che sia nel cuore dell’Europa ed è fedele alle sue alleanze» dice Letta.

«Siamo a Monza perché abbiamo deciso di scegliere una città simbolo di buon governo ma soprattutto una città che la destra era sicura di vincere al primo turno al voto di giugno – ha aggiunto – . Eravamo sotto ai sondaggi al primo turno e siamo arrivati al secondo, eravamo sotto nei sondaggi al secondo turno e abbiamo vinto – aggiunge ancora il segretario del Pd. – A Monza, con i 500 sindaci presenti, e le centinaia connessi noi siamo l’unico vero partito nazionale».

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/TONY VECE