SHUTTERSTOCK

La salma del piccolo Andrea sarà rimpatriata sabato

L’ambasciata d’Italia al Cairo e il Consolato onorario a Sharm el-Sheik hanno ottenuto i permessi necessari per il rimpatrio della salma di Andrea, il bimbo di 6 anni morto probabilmente a causa di un’intossicazione alimentare mentre si trovava in vacanze in Egitto.

Lo comunica la Farnesina, che ha dato l’ok al ritorno in Italia dei genitori, Rosalia Manosperti e Antonio Mirabile, che domani, venerdì 8 luglio, dovrebbero rientrare a Palermo. Stando a fonti della Farnesina, la salma del bambino potrebbe essere rimpatriata sabato.

Manosperti, incinta di quattro mesi, presenta sintomi più lievi, mentre Mirabile versa in condizioni più gravi ma è stabile.

«Abbiamo saputo che, nonostante un’ora di tentativi di rianimazione, non c’è stato nulla da fare – ha dichiarato Roberto Manosperti, fratello della donna – Mio cognato è giunto invece in ospedale privo di sensi, con sintomi di inizio di blocco renale, con rene ingrossato, e problemi respiratori»

Nessuno degli ospiti del resort in cui alloggiava la famiglia avrebbe segnalato malesseri come vomito o ulteriori sintomi di intossicazione. 

di: Francesca LASI

FOTO: SHUTTERSTOCK