Donald Trump lo ha definito “il più grande movimento nella storia Usa”

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha definito l’assalto a Capitol Hill del 6 gennaio 2021 una “chiara e flagrante violazione della Costituzione per ribaltare il risultato delle elezioni”. L’inquilino della Casa Bianca si trova a Los Angeles per il Vertice delle Americhe.

Donald Trump lo aveva, invece, definito come “il più grande movimento nella storia del nostro Paese”.

«La commissione parlamentare – ha scritto infatti l’ex presidente degli Stai Uniti su Truth, la sua nuova piattaforma social – non ha speso un minuto per studiare la ragione che ha portato il popolo ad andare a Washington, in numeri enormi, molto più di quanto i Fake News Media siano disposti a riportare».

Poche ore fa i media statunitensi hanno riferito che il candidato repubblicano Ryan Kelley, in corsa per la carica di governatore del Michigan, è stato arrestato con l’accusa di aver partecipato all’assalto al Campidoglio.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/CAROLINE BREHMAN