Il Parlamento israeliano ha respinto in prima lettura la legge che avrebbe dovuto rinnovare le norme sugli insediamenti ebraici in Cisgiordania: il governo Bennett non ottiene la maggioranza

Duro colpo per il governo di Naftali Bennett. La Knesset, il Parlamento israeliano, ha respinto in prima lettura la legge che avrebbe dovuto rinnovare le norme per i residenti negli insediamenti ebraici in Cisgiordania.

Il provvedimento è stato respinto con 58 voti contro 52. Alla maggioranza sono mancati 6 voti: due deputati della coalizione hanno votato contro, mentre altri quattro erano assenti.

Il governo ha tempo fino al 1 luglio per cercare un’altra votazione e, stando a quanto riferito dai media, potrebbe imporre il voto di fiducia sul provvedimento per farlo passare.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/GIL COHEN-MAGEN