Si tratta dell’ultima gara di stagione per Marquez, costretto al ritiro per un intervento alla spalla che non può più essere rimandato

È davvero tricolore il GranPremio d’Italia che si correrà oggi nel circuito del Mugello. Le prime cinque posizioni della pole sono dominate dalla Ducati e, ad eccezione di Zarco che parte quarto, si tratta di piloti italiani, con Di Giannantonio in testa seguito da Marco Bezzecchi e Luca Marini. Quinto Bagnaia.

Proprio Bezzecchi conferma la buona prestazione di ieri anche al warm up di stamattina dove si piazza terzo dietro alle Aprilia di Espargarò, unico a scendere sotto l’1’47 (1’46.976), e Viñales.

La gara del Mugello sarà anche l’ultima della stagione per Marc Marquez che, come abbiamo visto anche qui, dopo le vicissitudini con la diplopia ha deciso di affrontare il problema alla spalla con un intervento che gli imporrà uno stop di almeno quattro-cinque mesi.

Gli azzurri si impongono al primo giro, che si chiude con Marini in testa seguito da Bezzecchi e Di Giannantonio.

Bagnaia aspetta il quarto giro per avanzare, mentre Quartararo scavalca Marini dalla seconda posizione. In testa ancora Bezzecchi.

Al quinto giro Pol Epargarò cade fra la prima e la seconda curva, distruggendo la moto. Bagnaia quarto davanti a Di Giannantonio. Il Pecco segna il giro da record 1:46.588.

All’ottavo abbandona il GP anche Mir, illeso dopo una brutta caduta. Nella bagarre Marini-Quartararo si impone Bagnaia che rimonta in testa. Di Giannantonio rimane indietro. Il distacco fra Bezzecchi e Bagnaia è di appena 0.315.

Nonostante la settima posizione, il più veloce di tutti è Bastianini che chiude il giro a 1:46:910. Questa volta è Marini ad approfittare della sfida Bazzecchi-Quartarato, risalendo in terza posizione.

Mancano 10 giri al termine quando Basianini cade e scende a -28 da Quartararo. Al 14esimo giro è fuori. Espargarò secondo a -11.

A 7 giri dalla fine arriva anche l’Aprilia di Espargarò che sorpassa Bezzecchi. Alla fine del 18esimo giro Quartarato guadagna altro tempo e si piazza a 7 decimi da Bagnaia. Zarco rimane quinto.

A quattro giri al termine prosegue il duello Bagnaia-Quartararo.

I piloti si affacciano agli ultimi due giri con Quartararo in testa nella classifica generale a quota 122. Dietro di lui Espargarò a -8, Batianini a -28 e Bagnaia a -41.

Al finish Bagnaia conquista la prima posizione: è la seconda vittoria stagionale per il Pecco.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI