PRESIDIO MARTINA SCIALDONE

Secondo la gip Calegari “ha agito con estrema lucidità”

Emergono nuovi dettagli sul femminicidio di Martina Scialdone, l’avvocata uccisa per mano dell’ex compagno Costantino Bonaiuti. Nell’ordinanza con cui ha disposto il carcere per Bonaiuti, la gip Simona Calegari ha scritto che è “palesemente e inequivocabilmente emerso che l’unico obiettivo perseguito da Costantino Bonaiuti fosse esclusivamente quello di ucciderla”.

Secondo Calegari, “Bonaiuti, pur potendo anche successivamente all’evento rivolgere l’arma nei suoi stessi confronti, ha con estrema lucidità, una volta ucciso la donna, diretto la sua azione esclusivamente alla fuga”.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/ANGELO CARCONI