PAKISTAN SICUREZZA

L’ex presidente dell’ordine degli avvocati della Corte Suprema pakistana è stato freddato da un collega più giovane per vendetta

Abdul Latif Afrid, ex presidente dell’Ordine degli avvocati della Corte Suprema del Pakistan, è stato ucciso da un collega all’interno di un tribunale di Peshawar.

Stando a quanto riferito dall’ANSA, Afrid, 79 anni, era in compagnia di alcuni colleghi quando un collega più giovane lo ha raggiunto e gli ha sparato 6 volte a distanza ravvicinata. L’uomo si è poi consegnato alla polizia.

«Non sparate, avevo un conto aperto con lui e mi sono vendicato» ha dichiarato l’aggressore. Il movente sarebbe legato alla vendetta: dalle indagini sarebbe emerso che Afrid era stato denunciato in passato perché accusato di essere coinvolto nella morte del apdre dell’omicida, Al momento non sono stati rivelati altri dettagli.

Il primo ministro Shehbaz Sharif lo ha descritto Afrid come “un giurista esperto e un politico coraggioso che era noto per la sua rettitudine”.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/ARSHAD ARBAB