colosimo

Bagarre in Commissione: PD, M5S e AVS non hanno partecipato al voto

Scontri tra maggioranza e opposizione per la nomina Chiara Colosimo alla presidenza della Commissione Antimafia.

Colosimo, promossa da Fratelli d’Italia e in particolare da Giorgia Meloni in persona, è stata osteggiata dal Movimento 5 stelle, che ha minacciato di non presentarsi al voto. «Se la maggioranza dovesse insistere sul nome che è circolato in questi giorni il Movimento 5 stelle non parteciperà al voto in segno di totale contrarietà alla scelta che si vuole portare avanti».

«Le polemiche di questi giorni sulla presidenza rischiano di compromettere la credibilità e l’autorevolezza di un’istituzione delicata e importante per la nostra democrazia – hanno continuato -. Riteniamo che vadano ascoltate le preoccupazioni delle associazioni delle vittime della mafia e del terrorismo e di Salvatore Borsellino: sono loro che interpretano al meglio i valori della Giustizia presenti nella nostra società. La commissione Antimafia è un pilastro dell’impegno istituzionale per la legalità, nel rispetto dei principi sanciti dalla Costituzione. Gli atti della commissione sono nella storia del lavoro investigativo contro le mafie. Per noi, è dunque irrinunciabile che per la presidenza venga indicata una figura che interpreti lo spirito della legge con cui abbiamo istituito la nuova Commissione».

Anche Alleanza Verdi-Sinistra ha espresso dure critiche in merito alla candidata di maggioranza. Secondo alcune fonti AVS sostiene che “la maggioranza avrebbe dovuto farsi carico delle preoccupazioni dei familiari delle vittime delle stragi su Chiara Colosimo alla presidenza della commissione parlamentare Antimafia e avanzare una proposta diversa” e che “in queste condizioni è importante che le opposizioni chiedano unitariamente maggiore rispetto istituzionale“.

Dopo la decisione di PD, M5S e AVS di non partecipare al voto la deputata di Fratelli d’Italia è stata comunque eletta alla presidenza della Commissione con 29 voti. Quattro voti sono andati a Dafne Musolino (Sud chiama Nord) e una scheda è stata lasciata bianca.

Le parole di Chiara Colosimo

«Sono molto emozionata, conosco la sfida immane che ci attende e che deve tenere conto degli eroi, soprattutto quelli che in questa giornata vengono ricordati. Non a caso ho voluto rivolgere il mio primo pensiero alla strage di Capaci: a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli uomini della scorta».

«Nella mia vita hanno sempre parlato i fatti e le battaglie che fin qui ho condotto. Con il profondo rispetto che devo ai familiari delle vittimi, li invito qui: questa è casa loro, possono venire qui quando vogliono e indicare le priorità». Ha detto così la deputata FdI, Chiara Colosimo, dopo essere stata eletta presidente della commissione bicamerale Antimafia nel giorno dell’anniversario della strage di Capaci.

di: Alice GEMMA

FOTO: ANSA/FABIO CIMAGLIA