EPA/BILAWAL ARBAB

Il lavoro minorile ha toccato quota 160 milioni

Sono oltre 64 milioni i bambini che, in tutto il mondo, non possono accedere all’istruzione. La pandemia da Covid-19 ha accentuato le differenze tra i bambini dei paesi più ricchi e quelli più poveri. La scuola, come sottolinea l’organizzazione no profit Helpcode non solo sono le nozioni impartite ai piccoli, ma anche un posto sicuro. Con la chiusura della scuola 370 milioni di bambini non hanno più avuto questo posto sicuro.

Nel 2020 il numero dei bambini impiegati nel lavoro minorile è aumentato arrivando a quota 160 milioni. In occasione della Giornata Internazionale dell’alfabetizzazione, Helpcode ha lanciato una campagna per sensibilizzare sulla tematica dei bambini sperduti dal titolo Togliamoli dalla strada.

Matteo Cavalleroni, Segretario Generale di Helpcode, ha dichiarato: «sappiamo che la povertà cronica è spesso la ragione principale dell’assenteismo e dell’abbandono scolastico, fenomeni che abbiamo visto aggravarsi con la pandemia. Oggi ci troviamo di fronte ad una crisi educativa di dimensioni globali: in termini di accesso alla scuola e alle opportunità di apprendimento, di salute psicofisica, sviluppo sociale e nutrizione. Ma per garantire un futuro migliore ai tanti bambini che vivono nei paesi in cui operiamo, è prioritario toglierli dalla strada e riportarli a scuola».

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: EPA/BILAWAL ARBAB