ANSA/EPA/ALEXANDR DEMYANCHUK/SPUTNIK/KREMLIN POOL MANDATORY CREDIT

Il presidente turco e l’omologo russo hanno avuto un colloquio telefonico

Durante un colloquio telefonico con Vladimir Putin, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan non ha nascosto le sue preoccupazioni in merito ai referendum che hanno sancito l’annessione dei territori ucraini occupate dalle forze russe.

«Il referendum nel Donbass sull’annessione alla Russia ha esacerbato le tensioni tra Mosca e l’Occidente» ha dichiarato Erdogan, secondo il quale la mossa di Mosca rischia di far scoppiare una terza guerra mondiale che “sarebbe catastrofica”.

Nonostante questo, Putin ha affermato che “è stato fatto tutto all’insegna della trasparenza”.

«L’egemonia occidentale si sta inesorabilmente sgretolando, ma l’Occidente rifiuta di accettarlo». Sono queste le parole di Vladimir Putin, secondo il quale i Paesi del blocco atlantico creano “sempre nuovi problemi e nuove crisi”.

Secondo il capo del Cremlino, l’Occidente è pronto a “mettere in pericolo ogni nazione, trasformandola in un epicentro di crisi, provocando rivoluzioni ‘colorate’ e bagni di sangue”.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/ALEXANDR DEMYANCHUK/SPUTNIK/KREMLIN POOL MANDATORY CREDIT