ANSA/US SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

Indagano le procure di Ancona e Urbino per inondazione colposa

Nelle Marche devastate dal nubifragio non si sono fermate le ricerche per le due persone che risultano disperse dal 15 settembre.

Le ricerche sono finite nuovamente senza esito. Non è stato ritrovato Mattia, il bambino di 8 anni in Castelleone di Suasa e la 56enne Brunella Chiù. Le vittime accertate restano 11.

Nel corso della giornata sarebbe stato ritrovato lo zainetto del piccolo Mattia lungo la strada tra Ripalta di Arcevia e Castelleone di Suasa, a circa 8 chilometri di distanza da dove la furia dell’acqua ha strappato il piccolo dalle braccia della madre.

Anche la procura di Urbino ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per inondazione colposa, come la procura di Ancona. Le indagini si concentreranno sulla ricostruzione “in primo luogo, le fasi e le tempistiche degli allertamenti dei Comuni interessati dall’esondazione e lo stato di manutenzione dei corsi d’acqua straripati“.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA/US SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO