ANSA/EPA/ABEDIN TAHERKENAREH

Nonostante il divieto delle autorità, centinaia di persone hanno protestato durante i funerali della giovane, arrestata perché non portava il velo “in modo corretto”

L’Iran protesta dopo la morte di Mahsa Amini, la 22enne originaria del Kurdistan iraniano arrestata dalla polizia religiosa perché “portava male il velo” e deceduta in ospedale a causa delle percosse degli agenti.

Nonostante il divieto delle autorità, centinaia di persone si sono radunate a Saqqez, dove si è svolto il funerale della 22enne, e hanno strappato manifesti dell’ayatollah Ali Khamenei. La polizia ha usato i gas lacrimogeni per disperdere la folla.

Le organizzazioni della società civile curda hanno invitato allo sciopero generale.

Secondo alcune fonti le autorità di Teheran avrebbero limitato l’accesso a internet dopo la diffusione dei video delle proteste sui social.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/ABEDIN TAHERKENAREH