ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Il presidente della Repubblica a Grugliasco per la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno scolastico. Bianchi: “scuola deve essere inclusiva, non uno di meno”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato all’Istituto Superiore Curie-Vittorini di Grugliasco (Torino) per l’iniziativa Tutti a scuola che inaugura il nuovo anno scolastico.

Tra gli ospiti anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, e delegazioni di studenti da tutta Italia. Tra i temi della cerimonia l’accoglienza e l’inclusione.

Durante il suo intervento il Capo dello Stato ha dichiarato che la “scuola è di tutti e per tutti” e che è necessario fare più sforzi per combattere l’abbandono scolastico.

Il presidente della Repubblica ha poi espresso cordoglio per le vittime dell’alluvione che ha devastato le Marche.

 «Il Pnrr è un’occasione irripetibile per la portata degli investimenti – ha affermato Mattarella – attuare gli adempimenti, tenere il passo degli impegni assunti, proseguire con tenacia e coerenza sulla strada intrapresa rappresenta la sfida che il bene comune ci richiede. La sfida del Piano di ripresa è tutt’uno con la grande sfida ambientale. Accelerare sullo sviluppo significa oggi accelerare nella sostenibilità».

È intervenuto anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.

«La scuola deve essere aperta perché una scuola chiusa non esiste. (La scuola, NdR) dev’essere inclusiva perché questo vuole la nostra Costituzione. Ogni persona, ogni Paese, ogni istituzione ha un carattere e il carattere della nostra scuola è data da tre parole che a noi piacciono molto: aperta, inclusiva e affettuosa. E l’inclusione deve riguardare tutti: non uno di meno – ha dichiarato Bianchi – Anche quest’anno abbiamo aperto l’anno con grande serenità. Perché c’è bisogno di scuola. E anche nei momenti più duri la nostra scuola non ha mai chiuso perché abbiamo usato tutti gli strumenti possibili per tenere legato tra di loro i nostri ragazzi e siamo tornati a vedere i nostri sorrisi e questa è stata una grande conquista per tutti».

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/ALESSANDRO DI MARCO