PIXABAY

25 i morti, cinque casi anche per il virus Usutu

Non si arresta la diffusione del virus West Nile in Italia. Secondo l’ultimo bollettino dell’Istituto superiore di sanità da inizio giugno i casi confermati hanno raggiunto quota 475. I morti sono 25 (cinque in Piemonte, quattro in Lombardia, 13 in Veneto, uno in Friuli Venezia Giulia, due in Emilia Romagna).

Dei 475 casi 234 si sono manifestati nella forma neuro-invasiva (28 in Piemonte, 23 in Lombardia, 112 in Veneto, quattro in Friuli Venezia Giulia, 59 in Emilia Romagna, tre in Toscana, uno in Sicilia, quattro in Sardegna). Sono 159 i casi di febbre (tre in Piemonte, 10 in Lombardia, 131 in Veneto, 10 in Friuli Venezia Giulia, due in Emilia Romagna, oltre a due casi per i quali non nota la regione di esposizione e un caso importato dalla Spagna). I casi in cui il virus è stato identificato in donatori di sangue sono 72 (9 in Piemonte, 21 in Lombardia, 25 in Veneto, 17 in Emilia Romagna), mentre 9 casi sono stati sintomatici (uno in Lombardia, in 7 Veneto, uno in Friuli Venezia Giulia) un solo caso è risultato asintomatico (in Veneto).

L’Istituto ha messo in luce anche i cinque casi del virus Usutu, che sono stati riscontrati asintomatici in donatori di sangue in Friuli Venezia Giulia (tre casi) e un caso in Piemonte, mentre un caso in Emilia Romagna presenta febbre confermata.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: PIXABAY