ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

Le organizzazioni sindacali protestano contro le “reiterate aggressioni a conducenti” degli ultimi mesi

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferro hanno proclamato uno “sciopero nazionale di 8 ore venerdì 16 settembre nel trasporto pubblico locale“.

L’iniziativa è stata organizzata “in considerazione delle violente e reiterate aggressioni a conducenti, controllori, capi stazione, addetti a traghetti e vaporetti, registrate su tutto il territorio nazionale negli ultimi mesi“.

Nella nota trasmessa dalle organizzazioni sindacali si legge: «scioperiamo di fronte a una situazione intollerabile su cui bisogna intervenire subito. A tutt’oggi non si è registrato alcun intervento a tutela del personale da parte dei datori di lavoro e neanche da parte del legislatore con specifici provvedimenti indirizzati a prevenire e scoraggiare le aggressioni al personale dei mezzi pubblici. Servono provvedimenti immediati in assenza dei quali continueremo con forza a rivendicare la tutela di lavoratori e lavoratrici del trasporto pubblico locale».

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI