ANSA/ALAA BADARNEH

L’uomo era legato ad al-Fatah. Esercito israeliano uccide tre palestinesi

Al termine di un assedio di unità israeliane a Nablus, Cisgiordania, è stato ucciso Ibrahim al-Nabulsi, un comandante locale delle brigate dei martiri dl al-Aqsa, gruppo legato ad al-Fatah.

«In un’operazione congiunta dello Shin Bet, di unità della polizia e dell’esercito nella Casbah di Nablus è stato ucciso il terrorista Ibrahim a-Nabulsi. Era responsabile di una serie di attacchi armati contro l’esercito in quella zona. Nel corso del tentativo della sua cattura si è verificato uno scontro a fuoco in cui è rimasto ucciso anche un altro terrorista», ha affermato un portavoce militare.

Durante lo scontro a fuoco con l’esercito israeliano, tre palestinesi sono morti: Ibrahim a-Nabulsi, Hussein Jamal Taha e Islam Sabbouh, un inquadrato nell’ala militare della Jihad islamica a Jenin.

Registrati anche circa 40 feriti, di cui quattro sono in condizioni gravi.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO: ANSA/ALAA BADARNEH