Guerra

Continuano gli scontri in Ucraina, morti 361 bambini. I feriti sono 703

Continuano gli scontri in tutta l’Ucraina con i bilanci che si fanno più oscuri di giorno in giorno: secondo l’ufficio del Procuratore generale di Kiev da inizio conflitto sono morti 361 bambini e ne sono stati feriti 703.

Nella notte sono caduti sugli insediamenti costieri vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia circa 60 razzi di tipo Grad. Il direttore generale dell’Aiea Rafael Mariano Grossi ha scritto su Twitter che il team dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica deve recarsi a Zaporizhzhia per “una missione di sicurezza, protezione e salvaguardia” in modo da fornire “l’assistenza indispensabile e la valutazione imparziale di cui c’è bisogno”.

Nuovi attacchi anche a Kharkiv e Nikopol. Qui nel corso della notte sono caduti sugli insediamenti costieri circa 60 razzi. Ci sono stati danneggiamenti alle abitazioni private e a edifici commerciali, gasdotti e reti elettriche. Ferito un residente della città.

A Kherson è rimasto ucciso un funzionario dell’amministrazione filorussa, dopo esser stato colpito con un’arma da fuoco nella sua abitazione.

GUERRA DEL GRANO

Dai porti ucraini sul Mar Nero sono partite oggi altre quattro navi con prodotti alimentari, inclusa una con 6mila tonnellate di olio di semi di girasole destinate all’Italia.

La nave diretta a Monopoli, in Puglia, è la Mv Mustafa Necati.

di: Micaela FERRARO

FOTO: EPA