SHUTTERSTOCK

La decisione del sindaco di Saint-Gervais, dovuta a crolli di pietre sempre più frequenti

La siccità ha causato crolli di pietre sempre più frequenti lungo la via francese del Monte Bianco. Per questo motivo il sindaco di Saint-Gervais, Jean Marc Peillex, ha disposto la chiusura a partire da oggi 5 agosto dei rifugi di Tete Rousse e del Gouter. «Troppi candidati alla morte o addirittura al suicidio la percorrono – ha scritto – non ascoltando le guide alpine che dal 14 luglio non vendono più la salita visti i crolli sempre più frequenti. Solo ieri erano 79 alpinisti al rifugio del Gouter».

Lo scorso mercoledì il sindaco aveva annunciato una cauzione da 15 mila euro per spese di soccorso e sepoltura ma ora la ritiene “giuridicamente difficile da applicare”.

di: Micaela FERRARO

FOTO: SHUTTERSTOCK