Secondo chi svolge le indagini, la “testa fusa della funivia doveva essere sostituita”

I periti che si stanno occupando dell’incidente probatorio sulle cause della tragedia del Mottarone, che il 23 maggio 2021 uccise 14 persone, hanno presentato e ottenuto richiesta di proroga.

Dai primi accertamenti è emerso che ci sono “tre fili lesionati ad 8 millimetri dal colletto della testa fusa della traente inferiore del veicolo 3“. «Preme sottolineare che qualora tali lesioni si fossero riscontrate durante le ispezioni mensili previste da norme – scrivono i periti – si sarebbe dovuta dismettere la testa fusa anticipando la data di scadenza della stessa».

Il deposito delle perizie disposte con la formula dell’incidente probatorio slitta dunque a settembre. Revocate le udienze previste per luglio, il giudice ha riconvocato le parti in aula il 20, 21 e 24 ottobre prossimi, quando dovranno essere illustrati e discussi gli esiti degli accertamenti tecnici.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA