L’inchiesta dell’Onu dichiara che la donna è morta per colpi d’arma da fuoco esplosi dalle forze israeliane

I responsabili dell’omicidio della giornalista di Al Jazeera Shireen Abu Akleh sono i militari dell’esercito israeliano.

È questa la conclusione a cui è giunta l’Onu dopo l’inchiesta aperta in seguito all’omicidio della donna, morta per colpi d’arma da fuoco mentre indossava il giubbotto che la identificava come stampa.

In risposta alle conclusioni delle indagini della Commissione dei diritti umani, un portavoce militare di Israele ha dichiarato: «la reporter non è stata colpita in maniera intenzionale da nessun soldato israeliano. Ancora non è possibile determinare se sia stata uccisa da miliziani palestinesi che sparavano indiscriminatamente o inavvertitamente da un soldato israeliano. Il rifiuto palestinese di consegnare il proiettile e di condurre indagini congiunte con gli Usa la dice lunga sui motivi».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/EPA/GAMAL DIAB