L’uomo è stato trasportato con una barella a quasi 200 metri dall’uscita

A Urzulei, in provincia di Nuoro, uno speleologo è rimasto intrappolato nella grotta dell’Edera.

Stando a quanto riferito, l’uomo stava facendo un’escursione con altri cinque compagni quando è caduto oltre il pozzo della Grande Marmitta, a una distanza di circa 500 metri dall’ingresso e a 180 metri di profondità.  

Le operazioni per estrarlo dalla grotta proseguono da 24 ore. Sembra abbia una gamba fratturata. Sembra che abbia una gamba fratturata. Nelle operazioni di soccorso sono impegnati il Soccorso speleologico del servizio regionale Sardegna e il Cnas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico).

Lo speleologo è stato trasportato con una barella a quasi 200 metri dall’uscita.

Sono in corso i lavori di disostruzione, con cariche esplosive, dei passaggi stretti, in modo da consentire alla barella di procedere.

Le attività di recupero proseguiranno anche nella notte.

di: Francesca LASI

FOTO: SHUTTERSTOCK