Secondo il Codacons il decreto del Ministero prevede l’obbligo delle mascherine nelle scuole “senza che tale obbligo sia previsto anche per i lavoratori in genere”

È stato discusso oggi, in camera di consiglio, davanti alla terza sezione quater del tribunale amministrativo del Lazio, il ricorso presentato dal Codacons che chiede la sospensione dell’ordinanza del Ministero della Salute che disponeva l’obbligo di mascherina FFP2 negli ambienti scolastici.

Nei prossimi giorni, dunque, i giudici del Tar potrebbero emettere una “sentenza in forma semplificata” o un’ordinanza che deciderà se gli esami di maturità e di terza media si svolgeranno o meno con le mascherine.

Secondo il ricorso presentato dall’associazione di consumatori, il Decreto-legge 52/2021 denominato “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19” solleverebbe la questione di legittimità costituzionale in quanto obbliga all’uso delle mascherine nelle scuole “senza che tale obbligo sia previsto anche per i lavoratori in genere”.

di: Alessia MALCAUS

FOTO:

LEGGI ANCHE: Salvini annuncia ricorso contro l’obbligo di mascherina ai seggi