La deputata ha stretto un accordo con l’Esecutivo per appoggiare i curdi siriani del Pyd/Ypg

Il Governo svedese di Magdalena Andersson mantiene la fiducia in Parlamento grazie a una deputata indipendente di origine curdo-iraniane, Amineh Kakabaveh, ex membro del Partito della Sinistra.

L’Esecutivo, e in particolare il ministro della Giustizia, Morgan Johansson, era stato messo sotto accusa dalla destra di Democratici Svedesi che accusava il ministro di inerzia di fronte alla crescita della violenza criminale delle gang nel Paese.

All’ultimo momento, Andersson è riuscita a chiudere un accordo con Kakabaveh che chiede l’appoggio per i curdi siriani del Pyd/Ypg, gli stessi che il Governo turco definisce “terroristi” e per cui ha puntato i piedi sull’entrata nella Nato della Svezia.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/Anders Wiklund