Secondo il New York Times, il capo della polizia del distretto scolastico di Uvalde Pete Arredondo avrebbe deciso di non affrontare Salvador Ramos

Non si placano le polemiche sull’operato della polizia durante la sparatoria alla Robb Elementary School in Texas. Arrivano nuove accuse contro Pete Arredondo, il capo della polizia del distretto scolastico di Uvalde, che avrebbe causato fatali ritardi nei soccorsi.

Stando a quanto riferito dal New York Times, Arredondo non avrebbe avuto la radio quando, tra i primi, arrivò alla scuola elementare, due minuti dopo l’inizio della sparatoria.

Secondo il quotidiano statunitense, inoltre, mentre due supervisori del dipartimento locale di polizia venivano feriti dai proiettili sparati da Salvador Ramos, il capo della polizia avrebbe deciso di non affrontare l’assalitore, come prevede il protocollo varato dopo il massacro alla Columbine High School dove, nel 1999, gli studenti Eric Harris Dylan Klebold uccisero 12 studenti e un insegnante.

Arredondo avrebbe, dunque, chiamato una linea fissa della polizia con il suo cellulare affermando che l’aggressore aveva un Ar-15 ma che era sotto controllo, e che c’era bisogno di più agenti e di circondare l’edificio.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/EPA/TANNEN MAURY