bambino ventimiglia

È una delle ultime ipotesi investigative al vaglio della Procura di Imperia

Proseguono le indagini su quanto accaduto a Ventimiglia dove un uomo è indagato per lesioni gravissime nei confronti del nipote della sua compagna, anch’essa sotto accusa. Alle ipotesi investigative si aggiunge la possibilità che il bimbo, rinvenuto in condizioni critiche, si sia volontariamente gettato dall’auto in movimento per sfuggire alla nonna e al suo compagno che si trovavano a bordo della vettura.

Il piccolo di 6 anni ha da poco definitivamente lasciato il reparto di terapia intensiva al Gaslini di Genova e le sue condizioni, inizialmente gravissime, sono in costante miglioramento.

Secondo quanto diffuso ai media dal procuratore di Imperia Alberto Lari, le lesioni riportate sul corpo del piccolo non necessariamente sarebbero compatibili con le percosse ricevute dal compagno della nonna, a dispetto di quanto dichiarato dalla vittima dopo il ricovero.

«Al momento tutte le ipotesi sono al vaglio – conferma il legale della madre del bambino. – È un caso che necessita quanto prima una risoluzione».

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/LUCA ZENNARO