ANSA/UFFICIO STAMPA QUIRINALE/PAOLO GIANDOTTI

Ipotesi Zan alla vicepresidenza Pd alla Camera

Il neo presidente della Camera Lorenzo Fontana è stato ricevuto al Quirinale dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

«Benvenuto presidente, complimenti e auguri di buon lavoro» ha scritto Matatrella.

Un’elezione che fa discutere, sia all’interno, sia al di fuori dei confini italiani. Il Financial Times ha espresso perplessità per il nuovo scranno di Montecitorio, “un euroscettico ammiratore di Vladimir Putin” che potrebbe alimentare “nuovi timori sulla direzione della politica estera italiana sotto un nuovo governo di destra“. Nel suo articolo, il quotidiano britannico ha definito Fontana “uno stretto alleato di Matteo Salvini nel partito populista della Lega e un oppositore socialmente conservatore dell’omosessualità”.

Zan vicepresidente Pd alla Camera?

Al momento si tratta solo di un’ipotesi, ma Alessandro Zan potrebbe essere proposto come vicepresidente Pd della Camera. Lo stesso Zan conferma che si tratta solo di “una voce” ma che è “a disposizione come uomo di partito a servizio delle istituzioni, sempre e comunque”.

Proprio questa mattina il deputato ha affisso uno striscione alla Camera con scritto «No a un presidente omofobo pro Putin». «È stata una protesta pacifica ma molto determinata -ha dichiarato Zan all’AdnKronosper dire che non può essere eletto terza carica dello Stato chi ha costruito tutta la sua esistenza politica su parole d’odio è discriminazione, che ha patrocinato quel congresso di Verona che raccolse i peggiori integralisti mondiali».

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/UFFICIO STAMPA QUIRINALE/PAOLO GIANDOTTI