wAGNER

Ha detto di essere a conoscenza di 10 esecuzioni da parte di Wagner

Ѐ stato rilasciato l’ex mercenario del gruppo paramilitare russo Wagner arrivato in Norvegia due settimane fa e arrestato domenica 22 gennaio.

Si tratta di Andrei Medvdev, 26enne, che era finito in custodia secondo la legge sull’immigrazione, senza che la polizia fornisse motivazioni precise. Il suo legale, Brynjulf Risnes, si era opposto alla misura citando «violazioni delle norme di sicurezza che lo riguardavano» e dicendo che era stato tenuto in una località segreta dopo “tensioni” con i poliziotti responsabili della sua protezione.

Un funzionario della polizia di Oslo Jon Andreas Johansen ha affermato che Medvedev «è stato rilasciato dal centro di detenzione per stranieri di Trandum a condizione che rimanga in un luogo specifico».

Molte le domande che riguardano il suo passato, la sua personalità e i dettagli della fuga. Alcuni esperti ritengono che l’ex mercenario non avrebbe potuto passare il confine senza aiuti.

«Ha detto in precedenza di essere stato un membro del gruppo Wagner, ed è interessante per Kripos raccogliere ulteriori informazioni su questo periodo», ha precisato la polizia criminale. Sia la sicurezza norvegese che il suo avvocato hanno escluso l’estradizione in Russia.

L’avvocato ritiene che il suo assistito avesse con sé alcune chiavette USB quando è fuggito in Norvegia. In un’intervista rilasciata a dicembre al sito web The Insider, l’ex mercenario ha detto di essere a conoscenza di dieci esecuzioni da parte di Wagner di soldati che si sono rifiutati di tornare a combattere e ha detto di avere un video dell’uccisione di due di loro.

di: Alice GEMMA

FOTO: ANSA/FOTO