guadagnino

Il regista che porta alto il vessillo del cinema italiano nel mondo compie oggi 51 anni

La notte di San Lorenzo offre anche i natali di uno dei registi italiani più apprezzati nel mondo. Oggi infatti Luca Guadagnino compie 51 anni fatti di riconoscimenti e apprezzamenti internazionali, l’Oscar fra tutti.

La carriera di Guadagnino decolla con il lungometraggio The Protagonists, il primo del regista che 1999 esce dal mondo dei documentari cui si era dedicato fino a quel momento. Al centro della pellicola lo stesso cast della produzione, fra cui spicca anche Tilda Swinton inaugurando una lunga e proficua collaborazione con Guadagnino.

Fra i successi che portano il nome del regista nel grande pubblico c’è il controverso Melissa P dal best seller Cinquanta colpi di spazzola prima di andare a dormire di Melissa Panarello. Anche qui il cast si mostra all’altezza del suo successo, con Elio Germano e Alba Rohrwacker protagonisti in tempi non sospetti.

C’è poi Io sono l’amore (2009), il primo della “trilogia del desiderio” del regista che consolida non solo l’apprezzamento della critica ma anche la sua cifra stilistica. Segue A Bigger Splash, anche qui in compagnia di Tilda Swindon e altre star come Ralph Fiennes e Dakota Johnson.

La strada è spianata per quello che ad oggi rimane forse il suo più grande successo in termini di pubblico. Nel 2017 esce Chiamami col tuo nome, una storia d’amore delicata e profonda che gli assicura quattro nomination agli Oscar e la statuetta per la miglior sceneggiatura non originale.

Fra le ultime fatiche del regista c’è il remake di Suspiria, un “un omaggio alla potente emozione” suscitata in Guadagnino dal classico di Dario Argento. Ad impreziosire l’opera c’è ancora Dakota Johnson, che danza sulle note della colonna sonora firmata da Thom Yorke dei Radiohead.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/ETTORE FERRARI