ANSA/EPA/RUSSIAN DEFENCE MINISTRY PRESS SERVICE HANDOUT

Lo comunica Seul. Minaccia agli alleati: “azioni militari più feroci se deterrenza provocatoria”

Il Comando di Stato maggiore congiunto di Seul ha reso noto il lancio avvenuto dalla Corea del Nord verso il mar del Giappone di un missile balistico a corto raggio, partito dall’area di Wonsan nella provincia di Kangwon alle 10:48 locali (le 2:48 in Italia).

«Pur rafforzando il nostro monitoraggio e la nostra vigilanza, l’esercito mantiene una posizione di piena prontezza in stretta collaborazione con gli Stati Uniti», ha spiegato il Comando sudcoreano in una nota.

Il ministro degli Esteri nord coreano Choe Son-hui ha annunciato poche ore prima dell’attacco azioni militari “più feroci” se gli Usa daranno seguito al rafforzamento dell’impegno sulla “deterrenza estesa” nei confronti degli alleati regionali.

La “deterrenza estesa” si riferisce alla promessa siglata dal presidente americano Joe Biden di riaffermare questo impegno durante un vertice trilaterale con il presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol e il premier nipponico Fumio Kishida, tenuto domenica a margine degli incontri regionali annuali dell’Asean a Phnom Penh, in Cambogia.

Choe Son-hui ha reso noto che “più gli Stati Uniti sono intenzionati a rafforzare una deterrenza estesa ai loro alleati, più feroci le nostre risposte militari diventeranno e saranno direttamente proporzionali alle loro attività militari provocatorie”. La mossa del Nord “arriverà come una minaccia più grave, realistica e inevitabile” per gli Stati Uniti e i Paesi che li seguiranno, poiché Washington “si renderà conto che sta facendo una scommessa di cui è destinata a pentirsi”.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/EPA/RUSSIAN DEFENCE MINISTRY PRESS SERVICE HANDOUT