ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

La nuova ipotesi di reato arriva dopo una chat, acquisita durante le indagini, che ha portato gli inquirenti a effettuare una perquisizione a carico di un 56enne

Arriva una nuova accusa contro Alessia Pifferi, la madre di Diana, la bimba di 16 mesi morta dopo essere stata lasciata sola in casa. L’accusa è quella di corruzione di minore ed è rivolta anche a un uomo in base a una chat.

Nello scambio di messaggi l’uomo, 56 anni, chiedeva «Posso baciarla?» in riferimento alla piccola Diana. Pifferi, in carcere per omicidio volontario, ha risposto «Lo farai».

La chat ha portato la Squadra Mobile a effettuare una perquisizione a carico del 56enne.

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/MOURAD BALTI TOUATI