ANSA/FRANCO CAUTILLO/DRN

Solo la metà sembra essere viva, riferisce il dipartimento ambientale della Tasmania

Si aggrava il bilancio delle balene trovate morte sulla costa della Tasmania, in Australia. Il Dipartimento delle Risorse Naturali e dell’Ambiente dello Stato della Tasmania, infatti, ha reso noto che un “gruppo di circa 230” balene pilota (globicefali) “si è arenato vicino a Macquarie Harbour” e che “circa la metà degli animali” sembra essere viva.

Il triste spettacolo offerto dalle immagini aeree ricorda lo spiaggiamento di massa di due anni fa quando poco meno di 400 balene delle 500 spiaggiate morirono.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/FRANCO CAUTILLO/DRN