Non sono ancora state rese note le accuse avanzate nei confronti dei reporter arrestati nelle loro abitazioni

Un tribunale turco ha convalidato il fermo dei 16 giornalisti arrestati lo scorso 8 giugno durante un raid delle forze dell’ordine nelle loro abitazioni.

Lo rende noto l’organizzazione turca per la libertà di espressione Media and Law Studies Association (Mlsa). L’arresto, operato dal dipartimento dell’antiterrorismo a Diyarbakir, nel sudest della Turchia, non è al momento stato motivato da nessuna accusa ufficiale.

Altri quattro reporter sarebbero stati rilasciati in libertà condizionata.

Tutti i coinvolti lavoravano per media filo curdi.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/KERIM OKTEN