strage california

L’uomo si è tolto la vita dopo due incursioni armate in due sale da ballo in cui sono morte 10 persone

Si fa luce sulla strage avvenuta domenica 22 gennaio in California a Los Angeles, in occasione del Capodanno Lunare cinese, in cui sono morte 10 persone e altre 10 sono rimaste ferite.

L’autore della strage sarebbe responsabile tanto della sparatoria nella nella sala da ballo a Monterey Park, in cui hanno perso la vita le vittime, quanto della seconda incursione armata avvenuta ad Alhamba, a pochi chilometri. Qui l’uomo è stato braccato e disarmato dalla polizia ma si è tolto la vita nella sua auto.

Stando alle prime indiscrezioni della stampa locale, l’uomo si era introdotto nei locali “per cercare la moglie”.

L’uomo, Huu Can Tran, 72 anni, aveva divorziato nel 2005 dalla moglie, incontrata 20 anni fa proprio nella ballroom della strage, ma l’obiettivo della sua incursione potrebbe essere anche una seconda moglie. Pare che il killer fosse convinto che “gli istruttori della sala da ballo parlassero male di lui” e che per questo motivo non lo avessero “invitato” al Capodanno.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/CAROLINE BREHMAN