sciopero barcellona

A Barcellona oltre 15mila manifestanti chiedono più servizi, risorse pubbliche per l’istruzione e regolamentazione della concorrenza

Tre collettivi rappresentati da tre “nutriti” cortei sfilano oggi a Barcellona, dov’è in corso uno sciopero congiunto di lavoratori del comparto sanitario, del sistema educativo e dei tassisti. Per le strade della Capitale catalane la polizia locale ha stimato un flusso di oltre 15mila persone.

I sanitari scioperano per reclamare maggiori servizi e un incremento del personale, mentre gli insegnanti, afferenti a diversi gradi scolastici, invocano nuovi investimenti di risorse pubbliche nel sistema educativo.

Alle proteste del comparto pubblico si uniscono quelle dei tassisti che hanno bloccato con le auto la Gran Via di Barcellona. La categoria manifesta contro le piattaforme non regolamentate come Uber accusandole di concorrenza sleale.

Da parte loro, i taxisti, che oggi hanno bloccato con le loro auto la Gran Vía di Barcellona, invocano più restrizioni a servizi concorrenziali offerti da piattaforme come Uber. In tutto, alle proteste hanno partecipato oltre 15.000 persone, secondo la polizia locale. (ANSA).

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/ENRIC FONTCUBERTA