polizia

Fermato un anarchico anche a Firenze

A Torino è stato condannato per autoaddestramento al terrorismo un anarchico di 40 anni, Davide Perotti. La pena calcolata dal tribunale al termine del rito abbreviato è di tre anni e dieci mesi di reclusione. L’attentato in questione non si è mai verificato ma la pubblica accusa aveva comunque contestato l’atto di terrorismo.

Fermato anarchico a Firenze

In manette un anarchico della provincia di Firenze accusato di essere l’autore di sei attentati realizzati nel periodo compreso tra il 28 agosto e il 28 dicembre scorsi contro la linea ferroviaria ad alta velocità che collega Firenze a Bologna, di preciso nei tratti dalle località di San Piero a Sieve e Firenzuola.

Oggi, mercoledì 25 gennaio, la Digos di Firenze ha messo in atto l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale della città nei confronti del trentenne a seguito dell indagine portate avanti dalla Direzione centrale della Polizia di prevenzione. In una nota diffusa dal procuratore distrettuale antimafia Luca Tescaroli, che diretto l’inchiesta, si legge “l’agire si colloca nell’ambito della più campagna violenza di gruppi anarchici contro la Tav”.

Si ipotezza che i reati commessi siano quelli previsti e puniti dall’articolo 432 del codice penale, attentato alla sicurezza dei trasporti,(pena prevista, da 1 a 5 anni), dall’articolo 81 1° comma, reato continuato che aggrava la pena principale sino al triplo, aggravato dall’articolo 270 bis c.p. 1°comma, associazione con finalità di terrorismo, associazione che si propone il compimento di atti di violenza con finalità di terrorismo (pena da 7 a 15 anni).

L’aggravante per motivi di terrorismo si identifica nel fatto che la linea ad alta velocità è da parecchio tempo oggetto di attentati da parte delle compagini anarchiche nazionali, sodalizi con i quali il soggetto intrattiene stabili contatti, quantomeno in ambito provinciale.

di: Alice GEMMA

aggiornamento: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/PAOLA LANZA