stasi

Il 39enne è in carcere dal 2015 per l’omicidio della fidanzata

“Da 4 mesi Alberto Stasi esce ogni giorno per andare a lavorare fuori e poi fare rientro”, così riporta la notizia il Corriere della Sera precisando che il 24 gennaio il 39enne è stato ammesso dal collegio del Tribunale di Sorveglianza di Milano al “lavoro esterno”.

Alberto Stasi è in carcere a Bollate dal dicembre 2015 e deve scontare 16 anni dopo essere stato condannato per l’assassinio della fidanzata Chiara Poggi, avvenuto il 13 agosto 2007 a Garlasco.

Secondo il quotidiano “Stasi svolge mansioni contabili-amministrative, con rigide prescrizioni sugli orari di uscita e di rientro in cella, sui mezzi di trasporto utilizzabili, sugli itinerari dai quali non discostarsi, sui controlli”.

I commenti della madre di Chiara Poggi

«Sapere che chi ha ucciso nostra figlia dopo sette anni già esce dal carcere, pur senza aver mai ammesso la sua responsabilità, spiace. Non sono notizie belle. Ma la legge è così e non possiamo farci niente. Del resto ci aspettavamo che un momento o l’altro avrebbe ottenuto questo beneficio», è la mamma di Chiara Poggi a parlare. Ha commentato così la notizia secondo la quale Alberto Stasi ha ottenuto da 4 mesi la possibilità di lasciare il carcere per recarsi al lavoro. «Non ne eravamo informati e non ci ha fatto piacere apprendere la notizia in questo modo. Avremmo voluto saperlo non dal giornale».

di: Alice GEMMA

FOTO: ANSA/BALTI