EPA/JULIEN WARNAND

Il commissario europeo all’Economia ha tracciato il quadro della situazione alla conferenza “A new Eu, a new World”

«Il presidente russo, Vladimir Putin, sta cercando di dividere l’Europa ma l’Unione europea ha dimostrato di essere più unita rispetto alle crisi precedenti». Lo ha detto il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, alla conferenza A new Eu, a new world.

«Non ci sono dubbi sul fatto che ci stiamo dirigendo verso una nuova Unione europea. Se Putin stava cercando di dividere l’Europa, ha raggiunto l’esatto contrario. L’Ue è più unita rispetto alla crisi precedente. Le nostre sanzioni lo sono divorando costantemente l’economia russa e minando la sua macchina della guerra», ha aggiunto.

«La nostra assistenza finanziaria e il nostro sostegno militare stanno aiutando l’Ucraina per mantenere lo Stato in funzione mentre le sue Forze armate ispiratrici invertono la tendenza della guerra e a mantenere questa unità nei prossimi mesi». Secondo Gentiloni, «evitare la deviazione da questo percorso è vitale per il nostro futuro, in Italia e nell’Ue».

Le prospettive economiche per l’Unione europea sono meno definite del passato ma la recessione non è inevitabile. «Dobbiamo essere pronti a intervenire per fare fronte a un calo dell’economia e dobbiamo implementare il Next Generation Eu senza ritardi, soprattutto i Paesi che hanno un alto livello di debito pubblico», ha aggiunto.

Secondo Gentiloni, l’economia europea «ha dimostrato di essere resiliente nella prima parte dell’anno in particolare e anche i nostri mercati si stanno comportando in maniera forte. Tutto questo ha permesso di rispondere alla sfida della pandemia, con strumenti quali il Recovery Fund e lo Sure», ha sottolineato l’ex primo ministro italiano.

Per la prima volta della sua storia l’Unione europea sta trovando armi da inviare ad altri Paesi e permettere, così, all’Ucraina di combattere e fronteggiare l’aggressione russa. «Dobbiamo spingere i nostri progetti per investimenti nella difesa comune, tutto questo richiederà montagne di investimenti, ma questo passa anche dalle riforme, come nel settore privato». Il privato, ha sottolineato Gentiloni, «avrà un ruolo importante e in questo contesto è importante che gli Stati membri continuino a spingere sul Recovery», ha aggiunto Gentiloni.

di: Federico ANTONOPULO

FOTO:EPA/JULIEN WARNAND