Pyongyang

Previsti picchi di -30 gradi con forti venti in Giappone e Corea

Temperature sotto lo zero, forti venti e nevicate: la Penisola coreana e il Giappone questa settimana si preparano ad affrontare una violenta ondata di freddo. La tempesta invernale si abbatte soprattutto sulla Corea del Nord dove le autorità hanno già diramato un’allerta sull’intero territorio nazionale.

Nelle aree settentrionali del Paese sono previsti picchi di -30 gradi centigradi e anche nel resto del Paese si rimane decine di gradi sotto lo zero. Nella Capitale Pyongyang si sono registrati i -19 gradi. Preoccupazione anche nelle aree costiere dove sferzeranno forti venti.

In Cina invece la colonnina di mercurio è scesa al livello più basso mai registrato a Mohe, nella provincia nord-orientale di Heilongjiang, dove la temperatura è calata a meno 53 gradi, il livello più basso mai registrato, battendo il record precedete di meno 52,3 gradi risalente al 1969.  Il minimo storico in questa città vicina alla Siberia russa, conosciuta come il ‘Polo Nord della Cina’, è stato registrato dall’Ufficio meteorologico di Heilongjiang alle 7.00 del mattino di domenica scorsa, primo giorno del nuovo anno lunare. Secondo i meteorologi cinesi potrebbe esserci un brusco calo delle temperature in alcune zone del Paese. Dai “vicini di casa”, la Russia, nella città più fredda del mondo – Yakutsk – ha visto le temperature precipitare a meno 62,7 gradi, le più basse da oltre 20 anni. 

di: Marianna MANCINI

aggiornamento di: Caterina MAGGI

FOTO: ANSA/EPA/YONHAP