EPA/TOMS KALNINS

Manca un mese dalle prossime elezioni, il partito del primo ministro uscente in vantaggio con 31,8% delle preferenze

A un mese e mezzo dalle elezioni politiche, previste per il prossimo 5 marzo in Estonia, il Partito delle Riforme del primo ministro Kaja Kallas si conferma prima forza del Paese con il 31,8%. Al secondo posto segue il partito di destra EKRE (22,8%), seguito dal Partito di Centro del Presidente del Parlamento estone (Riigikogu) Jüri Ratas,(16,6%).

Seguono sopra la soglia di sbarramento del 5% il movimento Eesti 200 (10%), di orientamento liberale e per ora non rappresentato in Parlamento, il Partito Socialdemocratico (7,7%) e Isamaa (7,2%) dell’attuale ministro degli Esteri Urmas Reinsalu. I dati sono stati forniti dall’Istituto per gli Studi Sociali di Tallinn grazie a quanto raccolto da un recente sondaggio. Stando così le cose il Partito delle Riforme conquisterebbe 36 seggi, 25 per EKRE, 17 per il Partito di Centro, 10 per Eesti 200, 7 per il partito Socialdemocratico e 6 per Isamaa

di: Caterina MAGGI

FOTO: EPA/TOMS KALNINS