ANSA / SERENA CAMPANINI

A Reggio Emilia 0-2 per i biancocelesti sigillato da Zaccagni e Felipe Anderson

Inizia all’ora di pranzo questa giornata di Serie A, con la sfida tra le squadre di Lazio e Sassuolo.

Entrambe le squadre non stanno conducendo un periodo brillantissimo: il Lazio non vince da tre partite, il Sassuolo ne ha perse cinque su sei. I giocatori dei dintorni modenesi scendono in campo con uno schema 4-3-3, tra i convocati dall’allenatore Dionisi sull’erba: Pegolo; Toljan, Erlic, Tressoldi, Rogerio; Frattesi, Obiang, Traoré; Berardi, Alvarez, Laurienté. I bianco-celesti schierano lo stesso schema, e per l’allenatore Sarri si batteranno: Provedel; Hysaj, Casale, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. 

La partita prosegue senza grandi emozioni e con qualche tensione in campo fino al terzo minuto del recupero del primo tempo, quando Zaccagni incrocia il destro, Pegolo intuisce ma non arriva a salvare la rete. Si passa così in vantaggio per la Lazio di 1 gol.

Ancora nel recupero, questa volta del secondo tempo, è Felipe Anderson a decretare definitivamente la vittoria dei biancocelesti che si impongono sugli emiliani per 0-2. La Lazio consolida così la quinta posizione in classifica a quota 34 mentre per il Sassuolo, ultimo con 16 punti, lo spettro della retrocessione si fa sempre più concreto.

di: Caterina MAGGI

aggiornamento di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA / SERENA CAMPANINI