ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Il leader della Lega torna anche sull’autonomia: “siamo il governo che mantiene le promesse”

Matteo Salvini è tornato a parlare dei rapporti tra giustizia e politica in difesa del collega, il ministro del dicastero preposto Carlo Nordio: «sto lavorando per rasserenare, creare rapporti e risolvere problemi – ha detto il ministro delle Infrastrutture che poi ha aggiunto- spero che sia finito il tempo del contrasto tra politica e magistratura. C’è bisogno di dialogo e di tranquillità. La politica deve evitare lo scontro con la magistratura e viceversa – prosegue – Il ministro Nordio giustamente mette alcuni paletti su alcuni abusi e ci mancherebbe altro, ma spero che non ci siano polemiche con un intero corpo come quello della magistratura che lavora con migliaia di persone per bene: che sono in tribunale non per fare politica, che sono in ufficio non per intercettare a casaccio».

«Importante – conclude – è identificare e sanzionare eventuali abusi senza nuovi scontri tra pezzi dello Stato. È importante che tutti abbassino i toni». Mentre sul fronte politico rilancia il mai abbandonato progetto dell’autonomia: «questo è un Governo che nei primi tre mesi ha dimostrato di mantenere gli impegni presi. Entro i prossimi giorni – ha promesso – arriverà in Cdm il primo passo sull’Autonomia, non perchè lo vuole la Lega ma perchè serve all’Italia per dare più poteri alle Regioni, competendo e sprecando meno tempo. C’è nel programma del centrodestra, come la riforma del presidenzialismo. Abbiamo un’idea d’Italia federale e presidenziale: moderna, veloce, efficace, responsabile. Procediamo spediti».

di: Caterina MAGGI

FOTO: ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI