I conservatori denunciano siano stati riservati comportamenti diversi nei confronti di Biden e di Trump

Al centro del dibattito statunitense continua a esserci la questione delle carte top secret rinvenute nell’abitazioni di Joe Biden. I repubblicani della commissione giustizia della Camera hanno annunciato di aver dato inizio a una loro indagine sui documenti del presidente.

Da parte conservatrice è stata inviata una lettera al ministro della Giustizia Merrick Garland, dove viene osservato come il Dipartimento di Giustizia non avrebbe agito nel medesimo modo nei confronti di Joe Biden e Donald Trump, dato che i documenti sarebbero stati trovati prima delle elezioni di midterm di novembre, e chiedono i dettagli sull’inchiesta in corso. Secondo l’emittente Cbs, alcuni dei documenti recuperati dall’ex ufficio di Joe Biden erano classificati come top secret, il grado maggiore di segretezza nella scala di riservatezza americana.

di: Flavia DELL’ERTOLE

aggiornamento di: Caterina MAGGI

FOTO: SHUTTERSTOCK