Soluzioni altamente performanti per finestre e sistemi oscuranti, per garantire il massimo comfort dell’abitazione

Nel mondo dei serramenti c’è una realtà, immersa nel Parco Naturale dello Stirone, che approccia il proprio core business, le finestre ed i sistemi oscuranti, in modo altamente innovativo. Si tratta di PROGETTO ED, un team di architetti, ingegneri e geometri che, affiancati da posatori professionisti certificati, si occupa della qualificazione e riqualificazione del foro muro architettonico. La progettazione e la realizzazione in opera di soluzioni altamente performanti, con particolare attenzione ai temi di luce, energia e comfort della casa, si rivolgono a imprese di costruzione, studi tecnici di progettazione e privati.

Ce ne parlano Sara Pattacini, Director dell’Area di Supply Chain Management, e l’Ing. Elisa Chizzini, Director dell’Area di Project Management.

Come nasce PROGETTO ED?

«PROGETTO ED nasce nel 2010 a Salsomaggiore Terme, Parma, quando i fondatori rilevano una piccola realtà artigiana per intraprendere un nuovo percorso d’impresa, che oggi possiamo affermare essere stato fortemente innovativo. Il nome nasce da un referendum aziendale: la parola “PROGETTO” è stata scelta perché evoca qualcosa che deve nascere, frutto di studio e valutazioni, mentre “ED” è un richiamo alla realtà artigiana dalla quale si è partiti per dar corso ad un processo di rinnovamento innanzitutto culturale. Si è passati dalla classica cultura padronale tipica di buona parte della piccola impresa italiana ad una cultura d’impresa in cui le persone sono al centro, assolute protagoniste».

Quali sono i vostri punti di forza?

«Sicuramente l’approccio manageriale e l’investimento continuo in persone di valore e knowledge. L’azienda ha da sempre applicato le logiche del management in un settore come quello dell’edilizia tradizionalmente basato su artigianalità ed improvvisazione. Le persone in PROGETTO ED sono state selezionate nel tempo per le capacità e la competenza che ogni giorno vengono messe in campo con passione per far vivere al cliente un’esperienza d’acquisto che, ci piace dire, trascende il prodotto e senza la quale il prodotto stesso perderebbe valore».

Qual è secondo la vostra filosofia il segreto del successo?

«Il segreto del nostro successo non risiede nel prodotto o nel servizio, ma è un segreto di tipo culturale: quella cultura d’impresa che permette di ragionare da grandi pur essendo piccoli. Possiamo sintetizzarla in due pensieri di fondo: prima di essere grandi bisogna essere piccoli, per diventare grandi bisogna ragionare da grandi. Per questo ci definiamo una PGI, una “Piccola Grande Impresa”, un modello di impresa con una precisa identità aziendale, più che di marca, in cui le persone sono il valore più grande, unitamente ai rapporti che si instaurano con collaboratori e fornitori, perché solo insieme si possono raggiungere risultati importanti. Questa essenza culturale è racchiusa in Voglia di Futuro, opera scritta dai nostri fondatori nel 2014 e letta da moltissimi studenti universitari in virtù dei tanti progetti di ricerca e dalle tante tesi scritte sulla nostra azienda».

A questo si accompagna anche una strategia di marketing molto particolare…

«Ci ispiriamo alla strategia di marketing Oceano Blu degli autori W. Chan Kim e Renée Mauborgne. Nei prossimi anni ce la metteremo tutta per diventare leader nel nostro mercato di riferimento, per ritagliarci il nostro “Oceano Blu”. Uno spazio inesplorato che non esiste finché non lo crei tu e lo puoi fare solo innovando talmente tanto da superare le logiche e i confini tradizionali del tuo settore di riferimento. Ci guideranno tre parole chiave: libertà, responsabilità e tensione verso l’eccellenza. Se ne aggiunge una quarta, la più importante, il sogno: chi vive in una PGI ha la libertà di sognare in grande, insieme e come sogna l’azienda, quindi di viverla come se fosse sua».

PROGETTO ED studia le migliori soluzioni in tema di serramenti perché per rendere un’abitazione confortevole ci vuole passione e il coraggio di sognare sempre in grande.