onu

Le economie di Italia, Germania, Svezia e Uk sono a rischio a causa dei prezzi di energia e costi di finanzamento

Non sono positivi i dati raccolti nel rapporto World Economic Situation and Prospects dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, che stimano un rallentamento del pil italiano.

Secondo quanto emerge infatti nel 2023 è prevista un contrazione dello 0,3%, mentre tornerà ad avere segno positivo nel 2024, quando aumenterà dell’1,1%.

«Il pil è atteso contrarsi in Germania, Italia, Svezia e Gran Bretagna nel 2023 in quanto queste economie sono particolarmente vulnerabili all’aumento dei prezzi dell’energia e dei costi di finanziamento» le parole del rapporto.

di: Flavia DELL’ERTOLE

FOTO: ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI