omicidio melito

Succede a Melito in provincia di Napoli. La vittima era già nota alle forze dell’ordine

Omicidio in un ristorante: è successo a Melino in provincia di Napoli dove un 57enne pregiudicato è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nel locale in via Lavinaio.

Si indaga per risalire all’autore del gesto.

La vittima, Vincenzo Nappi, era conosciuto come “‘O pittore” ed era ritenuto esponente dell’Amato Pagano, gruppo armato scissionista di Scampia. L’uomo si occupava principalmente degli affari legati al mattone, dalla costruzione di case e villette fino alle estorsioni, incaricando “un suo uomo per ottenere permessi al Comune di Melito“.

Nappi, ritenuto uomo di fiducia del boss Mariano Riccio, era già stato arrestato nel 2011, dopo tre mesi di latitanza, per essere sfuggito a un blitz dell’Arma. Attualmente era in libera circolazione. Secondo alcuni pentiti la vittima era stata bersaglio di una “condanna a morte” lanciata da Carmine Amato.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/CESARE ABBATE