ambiente

La facciata del Senato è stata imbrattata con acqua e fango

Nuovo blitz di attivisti di Ultima Generazione da parte di un gruppo di giovani che questa mattina, 23 maggio, ha imbrattato la facciata del Senato con acqua e fango. Due ragazze si sono denudate rovesciandosi addosso fango e urlando slogan: «aiutateci per la transizione ecologica».

È intervenuta la Polizia che li ha fermati. Soltanto due giorni fa un gruppo di ambientalisti aveva imbrattato la Fontana di Trevi versando al suo interno del liquido nero.

«Penso sia una forma di protesta sbagliata. La causa è giusta perché è giusto sottolineare l’importanza del contrasto al cambiamento climatico, la necessità di uscire dalle fonti fossili ma con questo tipo di protesta non solo si rischia di danneggiare monumenti preziosissimi e si costringono le amministrazioni ad interventi di recupero costosi e inquinanti. Abbiamo dovuto buttare 300mila litri d’acqua e poi c’è sempre il rischio che il carbone penetri nella parte porosa del marmo e crei un danno permanente. Per fortuna siamo intervenuti subito», sono state queste le parole del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, intervistato sul blitz di ‘Ultima Generazione’ alla Fontana di Trevi a Roma.

«Penso che associare una causa importante come quella ambientale con forme di proteste che non riscuotono simpatia fra la popolazione sia un danno alla causa ambientalista perché identifica una giusta causa con dei comportamenti sbagliati», ha concluso. 

di: Alice GEMMA

FOTO: ANSA/MASSIMO PERCOSSI