Il 47nne, originario della Dominica, ha resistito alla deriva per 24 giorni su una barca a vela

Si può sopravvivere per oltre 20 giorni in alto mare nutrendosi solo di dadi Maggi, ketchup e aglio in polvere? A quanto pare qualcuno ce l’ha fatta: Elvis François, 47 anni, aveva scritto la parola “aiuto” in inglese sullo scafo della barca a vela ma per 24 lunghi giorni, passati alla deriva nei Caraibi nessuna aveva risposto al suo sos; fino a quando la Marina colombiana lo ha trovato, come racconta il Guardian, provato ma ancora vivo dopo essere sopravvissuto grazie alla sua insolita “dieta”.

Il cittadino della Dominica si trovava a 120 miglia nautiche a nord-ovest della penisola di Guajira, dove è stato scorto dall’elicottero e portato nella città portuale di Cartagena da una portacontainer di passaggio, ha riferito la Marina colombiana in un comunicato. All’origine del suo naufragio le correnti oceaniche, che hanno spinto in mare la sua barca a vela mentre stava effettuando riparazioni al largo dell’isola di St Martin, nelle Antille olandesi. «Ho chiamato i miei amici, hanno provato a contattarmi, ma ho perso il segnale. Non c’era altro da fare che sedersi e aspettare», ha detto in un video diffuso dalla Marina, e ha aggiunto che a complicare la situazione era anche l’acqua che entrava dalle riparazioni non completate e che era costretto a riversare in mare per non affondare. Fortunatamente un aereo si è accorto di alcune segnalazioni che il naufrago ha fatto grazie ad uno specchio ed è tornato indietro per dare l’allarme.

di: Caterina MAGGI

FOTO: PIXABAY