chinguetti

Si prevede l’esodo di 140 milioni di persone entro il 2050, se non si troveranno soluzioni adeguate

Chiguetti, città sacra dell’Islam che si trova al centro della Mauritania e patrimonio Unesco dell’umanità, rischia di essere sepolta dall’avanzare della desertificazione.

Sono stati gli abitanti stessi a fare un appello per salvare quella che una volta era una città florida e che adesso c’è il rischio che possa restare sepolta dalla desertificazione. Una ricerca, portata avanti dall’Organizzazione mondiale delle migrazioni, infatti, prevede l’esodo di 140 milioni di persone entro il 2050, se non si troveranno soluzioni adeguate.

In antichità la città era un importante centro nelle vie carovaniere ed ospitava circa 24 biblioteche. Con l’avanzata della desertificazione ha perso ogni importanza. Al momento la città è divisa in due da un fiume di sabbia, città vecchia e città nuova.
Si può raggiungere in fuoristrada partendo da Atar e seguendo piste nel deserto.

Da diverso tempo ci sono diverse iniziative, soprattutto su impulso dell’antropologo italiano Attilio Gaudio, per salvare il ricco patrimonio delle “biblioteche del deserto”, tra cui quelle di Chinguetti, minacciate dall’avanzata delle sabbie.

Si pone al centro la difficile questione dei cambiamenti climatici e l’impatto devastante che hanno sull’Africa intera.

di: Alice GEMMA

FOTO: SHUTTERSTOCK