ANSA/UFFICIO STAMPA

Le forze russe attaccano la Regione di Sumy

«L’indecisione sull’invio dei tank sta uccidendo altri nostri cittadini. Ogni giorno di ritardo è la morte degli ucraini». A dirlo è il consigliere del capo dell’ufficio di presidenza ucraino, Mykhailo Podolyak, criticando le titubanze di Stati Uniti e Germania.

Washington a Kiev: “aspettare a lanciare l’offensiva finale”

Gli Stati Uniti starebbero consigliando all’Ucraina di aspettare a lanciare l’offensiva finale contro la Russia. Lo avrebbe riferito un alto funzionario dell’amministrazione Biden ad alcuni giornalisti. Stando alle prime indiscrezioni, Washington vorrebbe che Kiev aspettasse fino all’arrivo dell’ultimo pacchetto di ami Usa e al completamento dell’addestramento dei soldati ucraini.

Nyt: “la Nato spaccata sull’invio di tank all’Ucraina”

Sembrerebbero emergere spaccature all’interno della Nato a quasi un anno dall’inizio della guerra in Ucraina, soprattutto sulle armi e strategie. È quanto sostiene il New York Times, che ha contattato funzionari dell’Alleanza Atlantica e dell’intelligence Usa.

Gran Bretagna, Polonia e i Paesi baltici vorrebbero inviare carri armati a Kiev, mentre Stati Uniti e Germania vorrebbero scandire cadenzare gli aiuti militari senza “inondare” l’esercito con armi che i soldati devono imparare a utilizzare.

Sul campo

Le truppe russe hanno attaccato il villaggio di Studenok, nell’oblast di Sumy. Un 17enne è rimasto ferito. Lo ha riferito su Telegram il governatore della regione Dmytro Zhyvytsky.

«I russi hanno colpito il villaggio di Studenok con colpi di mortaio. Dieci proiettili sono esplosi per le strade del villaggio, vicino alle abitazioni dei residenti locali – ha affermato Zhyvytsky – Gli esplosivi nemici hanno colpito anche una delle case, è stata completamente distrutta. Al momento dell’attacco c’era un ragazzo di 17 anni. Miracolosamente, è sopravvissuto: è stato salvato dai medici dell’ospedale Glukhiv con numerose ferite da schegge. Al momento la vita del ragazzo non è in pericolo».

di: Francesca LASI

FOTO: ANSA/UFFICIO STAMPA