tempio dedicato a satana messico

Il santuario sorgerà a Catemaco per volontà del noto “santone” Enrique Marthen Berdón

È il Paese con la più ampia comunità cattolica al mondo ma, allo stesso tempo, sta per diventare anche l’unico Stato nordamericano a ospitare un tempio per il culto… del diavolo. In Messico, nella cittadina di Catemaco nello Stato di Veracruz, sorgerà infatti un tempio dedicato a Satana. Il progetto è stato voluto da Enrique Marthen Berdón, personaggio noto nel mondo del misticismo e dell’occulto. La speranza è di terminare i lavori entro il Giorno delle Streghe, nella prima settimana di marzo.

Un tempio che da un lato ammicca a culti pagani, dall’altro si scontra con la tradizione cattolica fortemente radicata in Messico e, spesso, persino esacerbata nei suoi aspetti più mistici. La scelta non poteva che ricadere su Catemaco, spesso nota come città delle streghe e dei maghi, custode di antichi culti mistici oltre che meta di pellegrinaggio per scaramantici e non.

La comunità cattolica ha subito dichiarato guerra al progetto di costruzione di un tempio dedicato a Satana. La Chiesa locale ha raccolto centinaia di firme poi trasmesse al ministro degli Interni messicano Adán Augusto López Hernández. Tra i firmatari della missiva anche il sacerdote dell’arcidiocesi di Xalapa Juan Beristain de Los Santos. Intervistato da El Pais, Beristain ha accusato la costruzione del tempio dedicato a Lucifero di “promuovere la violenza e l’illegalità con questa scusa della libertà del credo religioso“.

Dal canto suo, il “santone” Berdón cerca invece di “riscattare” la posizione di Lucifero, ben distante dalla figura satanica diffusa nell’immaginario comune. Si tratta, spiega al medesimo quotidiano spagnolo, di “un’entità che le stesse religioni si sono incaricate di convertire in qualcosa di cattivo“, mentre “fino all’arrivo della Santa Inquisizione, era considerato un essere buono“.

«Non predico odio e risentimento – assicura ancora il santone. – La gente che mi conosce lo sa. Predico il rispetto della vita umana».

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/EPA/Esteban Biba

LEGGI ANCHE: Scoperte tombe clandestine in Messico